Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : annie
  • : Il blog di Annie
  • Contatti
28 agosto 2011 7 28 /08 /agosto /2011 08:48

Una breve panoramica del programma di mobilità Erasmus per insegnanti interessati a svolgere un'esperienza formativa all'estero.

Presentazione del programma

L'Erasmus, il programma di mobilità internazionale dell'Unione Europea per gli studenti universitari, è diventato adulto: non sono più soltanto gli studenti a poter usufruire delle borse di studio Erasmus, ma anche gli insegnati hanno ora la possibilità di svolgere un'esperienza all'estero con i contributi dell'Unione Europea. Nell'ambito di LLP, Lifelong Learning Programme, l'Erasmus consente infatti a personale docente e non di svolgere un'esperienza all'estero presso istituti di istruzione superiori titolari di EUC (Erasmus University Charter o Carta Universitaria Erasmus, la certificazione che un istituto scolastico deve possedere per poter partecipare al programma) o presso imprese presenti in uno dei paesi partecipanti al programma. Questi ultimi comprendono i 27 paesi dell'Unione Europea, i paesi SEE, Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), e dal 2011 anche Croazia e Confederazione Svizzera. La Turchia è al momento paese candidato e pertanto si applica una procedura di preadesione. "L'Erasmus adulto" persegue diverse finalità con due azioni distinte: STT (mobilità di docenti e altro staff per formazione) e la STA (mobilità di docenti e personale di impresa per attività didattica). In questo articolo ci concentriamo sulla prima.

Caratteristiche e candidature

L'obiettivo delle borse Erasmus STT è di usufruire di un periodo all'estero per formazione professionale attraverso seminari, corsi o affiancamenti che consentano l'acquisizione di capacità pratiche, l’apprendimento di buone prassi e il trasferimento di competenze con il personale dell'istituto ospitante. Il contributo copre le spese di di viaggio, vitto e alloggio fino a un massimo di 900 euro. Il soggiorno all'estero deve avere una durata minima di una settimana (intesa come 5 giorni lavorativi) e massima di sei settimane. Può partecipare al programma il personale docente e non di istituti superiori in possesso di EUC. Nel proporre la propria candidatura è necessario elaborare un piano di lavoro che deve essere concordato tra l’Istituto di appartenenza e l’Istituto o l'impresa di accoglienza. La selezione dei partecipanti è a cura dell'Istituto di appartenenza. Il personale disabile può usufruire di un contributo aggiuntivo. Per maggiori informazioni e per scaricare la modulistica per la mobilità dei docenti si consiglia di visitare il sito ufficiale del programma all'indirizzo Programmallp.it.

Smart Woman with Pencil and Folder

Condividi post

Repost 0

commenti